Archivio Tag | "contadini"

News, Primo piano

Primo Maggio: origini e storia della festa dei lavoratori

Scritto il 01 maggio 2010 da lorenzo@mypage.it

Il 1° Maggio è la Festa del Lavoro, o festa dei lavoratori e delle lavoratrici, una festa molto importante visto che il lavoro è una delle attività che occupa più tempo nella vita delle persone adulte.
Questa giorno è festeggiato ogni anno e serve per ricordare l’impegno di molti lavoratori che negli anni si sono battuti per migliorare le proprie condizioni di vita e avere maggiori diritti.

L’origine della Festa dei lavoratori si deve alle battaglie che gli operai hanno fatto per conquistare un orario di lavoro di 8 ore giornaliere.
Con la Prima Internazionale (la Prima Internazionale è una organizzazione internazionale di lavoratori, fondata nel 1864, all’interno della quale c’erano operai, anarchici e socialisti) si sviluppò un grande movimento di lotta sulla questione delle 8 ore, soprattutto presso le organizzazioni dei lavoratori statunitensi.
Una prima vittoria di questo movimento si ebbe nello stato americano dell’Illinois quando nel 1866 venne approvata una legge che introduceva la giornata lavorativa di 8 ore appunto.

Questa legge entrava in vigore il 1 Maggio del 1867, e per quel giorno venne organizzata a Chicago una grande manifestazione, un enorme corteo di lavoratori.
Successivamente un sindacato americano (un sindacato è una organizzazione che rappresenta gli interessi di operai, contadini, impiegati e altri lavoratori nei conforti dei datori di lavoro e si batte per migliorare le condizioni dei lavoratori) prese l’iniziativa di indicare nel 1 Maggio 1886 la data a partire dalla quale gli operai americani si sarebbero rifiutati di lavorare più di 8 ore al giorno.

Il 1 Maggio 1886 in molte fabbriche degli Stati Uniti migliaia di lavoratori incrociarono le braccia: nella città di Chicago, e in altre città americane, gli operai scioperarono e parteciparono a grandi manifestazioni nelle strade.
Le manifestazioni e gli scioperi per il diritto ad 8 ore di lavoro giornaliere continuarono per più giorni dopo il 1 Maggio e si ebbero alcuni scontri con la polizia –  la polizia,  che era dalla parte dei datori di lavoro, non voleva che vincesse questo movimento che rivendicava le 8 ore di lavoro giornaliere  –  che in varie occasioni sparò  sui manifestanti e fece alcuni morti.

Durante una manifestazione che si teneva a Chicago fu lanciata una bomba da un ignoto, non si è mai saputo chi fosse. La polizia approfitto di questo avvenimento per eliminare alcuni esponenti della protesta (e di conseguenza mettere paura a lavoratori e lavoratrici, in modo da fargli rinunciare alle rivendicazioni dei diritti): della bomba furono infatti  accusati ingiustamente alcuni lavoratori anarchici, sette dei quali vennero impiccati.

Queste persone condannate ingiustamente sono passate alla storia come “martiri di Chicago, erano lavoratori che si battevano per i propri diritti e diventarono il simbolo della lotta per le 8 ore: a loro è stata dedicata la ricorrenza del 1 Maggio.

Ancora oggi la Festa dei lavoratori assume molta importanza, in questo periodo dove i diritti dei lavoratori, diritti che negli anni sono stati faticosamente conquistati, vengono sempre più limitati e sono continuamente messi in pericolo.

L’immagine utilizzata in questo post raffigura una manifestazione per la Festa dei lavoratori (Labor day) a New York nel 1882.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Scrivi un commento

Ambiente e ecologia, Scuola

Orti in condotta: bambini contadini e il rispetto della natura

Scritto il 13 novembre 2009 da lorenzo@mypage.it

orti in condotta immagine

Orti in condotta è una iniziativa di Slow Food che vuole far conoscere direttamente ai bambini ed alle scolaresche le esperienze dell’agricoltura, della campagna e della natura.

Slow Food è una associazione che si batte per il mangiar bene, per il recupero delle tradizioni alimentari e agricole e per una agricoltura che sia basata sull’armonia della natura.

Con Orti in condotta già oltre 16mila bambini in tutta Italia hanno creato e coltivano un loro orto scolastico, imparando a conoscere i prodotti agricoli e i ritmi della terra.

Ad aiutare i bambini a coltivare questi orti ci sono insegnanti, famiglie e i “nonni ortolani” (cioè delle persone anziane che mettono a disposizione dei bambini le loro esperienze nei campi).

Sul sito di Slow Food c’è anche la mappa per conoscere quali scuole hanno gli orti
e le indicazioni su come fare per far partecipare la tua scuola a Orti in condotta; la e-mail per avere informazioni è educazione@slowfood.it.

Ecco un po’ di foto di bambini contadini che coltivano gli orti di Orti in condotta:

CONTINUA A LEGGERE

Tags: , , , , , , , , , , ,

Scrivi un commento

CERCA

SITI CONSIGLIATI

Se vuoi comunicare con Bambini-news.it scrivi a: blog@bambini-news.it | Seguici anche su Twitter: @bambini_news

Bambini-news.it è una iniziativa di www.mypage.it | Powered by WordPress | © 2012 intermediammh srl - P.I. 07468490631