Archivio Tag | "Afghanistan"

News, Primo piano

Emergency riapre l’ospedale in Afghanistan

Scritto il 30 luglio 2010 da lorenzo@mypage.it

Emergency ha annunciato ieri la riapertura dell’ospedale che si trova nella città afgana di Lashkar-Gah; l’ospedale era stato chiuso il 10 aprile.

Emergency è una organizzazione fondata da Gino Strada che si reca in zone dove ci sono conflitti per dare cure ai feriti di guerra, costruire e gestire ospedali, per questo è presente anche in Afghanistan.

Nel paese afgano nel 2001 c’è stata l’invasione militare voluta dagli Stati Uniti, quindi la guerra e la cacciata del governo per instaurare un nuovo governo. Ora la situazione è ancora molto instabile, ci sono attacchi e attentati da parte dei ribelli che vogliono cambiare il governo, c’è ancora una situazione di guerra.

L’ospedale di Lashkar-Gah era chiuso perché tre operatori italiani di Emergency che lavoravano nell’ospedale sono stati arrestati con l’accusa di collaborare con dei terroristi che preparavano un attentato. Pochi giorni dopo i tre accusati sono stati rilasciati.

Da quando l’ospedale era stato chiuso la popolazione locale aveva perso l’unico luogo dove venivano fornite cure gratuite e di qualità agli ammalati, e molti speravano nella riapertura dell’ospedale.

All’apertura dell’ospedale il fondatore di Emergency Gino Strada ha espresso la sua contentezza dicendo «Oggi è una bella giornata». Facciamo i nostri migliori auguri a Emergency.

Ecco un video in cui dei cooperatori di Emergency parlano della riapertura dell’ospedale:

Le foto di questo post sono tratte dal sito di Emergency:  www.emergency.it

Tags: , , , , , , ,

Scrivi un commento

News, Primo piano

Afghanistan: due morti e due feriti tra i militari italiani

Scritto il 17 maggio 2010 da lorenzo@mypage.it

A seguito di una esplosione sono morti in Afghanistan due militari italiani e altri due sono gravemente feriti.

Lo scoppio è avvenuto al passaggio del mezzo blindato dove si trovavano i 4 italiani, un mezzo chiamato Lince che guidava una colonna di una decina di automezzi di diversa nazionalità che era diretta a Murghab, una città che si trova a nord-est del paese dove c’è una base militare internazionale (la città è visibile nella cartina dell’Afghanistan che è sotto).

I feriti sono stati immediatamente portati in ospedale con degli elicotteri.

Foto | Reuters

Tags: , , , , ,

Scrivi un commento

News

Afghanistan: arrestati tre italiani – Emergency abbandona l’ospedale di Lashkar Gah

Scritto il 11 aprile 2010 da lorenzo@mypage.it

In Afghanistan sono stati arrestati tre italiani legati ad Emergency. Nel paese afgano nel 2001 c’è stata l’invasione militare voluta dagli Stati Uniti, quindi la guerra e la cacciata del governo legato ai fondamentalisti islamici colpevole, secondo gli USA, di favorire i terroristi che avrebbero compiuto attentati.

È stata così creata una repubblica - la Repubblica Islamica dell’Afghanistan – con a capo il presidente Hamid Karzai.

Emergency è una organizzazione fondata da Gino Strada che si reca in zone dove ci sono conflitti per dare cure ai feriti di guerra e costruire ospedali, per questo è presente anche in Afghanistan.
I tre operatori italiani di Emergency lavorano in un ospedale nel sud dell’Afghanistan e sono stati arrestati, assieme a sei collaboratori afgani, con l’accusa di preparare un complotto per uccidere un governatore afgano. Nell’ospedale sarebbero state trovate armi. (La vicenda è ancora poco chiara, si attendono sviluppi per capire meglio quello che è successo.)

L’accusa è definita da Emergency come “assolutamente ridicola” e, secondo Gino Strada, l’arresto potrebbe essere un’azione contro Emergency e contro il fatto che l’organizzazione denuncia i massacri di civili – di persone innocenti, estranee alla guerra in corso – compiuti dagli eserciti, e per questo si vorrebbe allontanarla.

Il governo afgano, che ha arrestato i tre appartenenti ad Emergency, è appoggiato anche dal governo italiano, che ha partecipato alla guerra e all’invasione militare dell’Afghanistan dalla parte degli Stati Uniti.

Emergency è una struttura neutrale, non prende parte alle guerre e si reca nelle zone di conflitto solo per dare aiuto ai feriti; questo da fastidio a chi, invece, le guerre le crea, le combatte e i morti e i feriti li fa.

Aggiornamento di martedì 13

Tutti gli appartenenti ad Emergency presenti nell’ospedale dove c’è stato l’arresto dei tre operatori italiani, l’ospedale che si trova nella città di Lashkar Gah, hanno lasciato l’ospedale per motivi di sicurezza e sono a Kabul, la capitale dell’Afghanistan.

L’ospedale è sotto il controllo delle forze afgane e degli operatori locali.

Dei tre cooperatori di Emergency – si chiamano: Matteo Dell’Aira, Marco Garatti e Matteo Pagani – si sa che stanno bene ma non si hanno altre novità.

Il vicepresidente di Emergency, Alessandro Bertani, ha detto: “Se volevano non farci più lavorare a Lashkar Gah, allora hanno raggiunto lo scopo. Nella zona non ci sarà più un ospedale che accoglie le vittime“.

Foto: un ospedale di Emergency – fonte: ansa.it

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Scrivi un commento

News

Afghanistan: sono stati lievemente feriti quattro soldati italiani. L’ONU ritira il personale

Scritto il 05 novembre 2009 da lorenzo@mypage.it

afganistan attacco 4 feriti soldati italiani

In Afghanistan sono stati feriti 4 militari italiani per l’esplosione di una bomba al passaggio dei soldati sulla strada mentre erano in ricognizione.

I soldati colpiti sono paracadutisti e fanno parte del 183esimo Reggimento Folgore. Le loro condizioni non sono gravi anche grazie ai Lince, cioè gli automezzi blindati con cui si muovono e che hanno simpaticamente ribattezzato “San Lince” proprio perché spesso li hanno protetti da attacchi ed esplosioni.

Intanto sempre oggi l’ONU ha annunciato che gran parte del suo personale (600 persone del totale di 1.100 addetti in Afghanistan) saranno evacuate, lasceranno

CONTINUA A LEGGERE

Tags: , , , , , , , , , , ,

Scrivi un commento

News, Politica, Scuola

Intervista a Selene: l’Afghanistan e la scuola afgana

Scritto il 26 settembre 2009 da lorenzo@mypage.it

bambini afgani il cacciatore di aquiloni
Abbiamo raccontato qualche giorno fa della storia di Selene che è andata in Afganistan con un progetto per la scrittura di un sussidiario (ne abbiamo parlato qui).

Come annunciato abbiamo fatto una piccola intervista a Selene che ci ha raccontato un po’ del progetto che sta portando avanti e di che cosa ha incontrato al suo arrivo in Afganistan.

Ci ha detto che i bambini afgani spesso sono occupati a lavorare, a fare lavoro duri per poter vivere. Non hanno così molte possibilità di studiare e soprattutto di giocare.

Ora la speranza è che inizi la ricostruzione del paese e che anche la scuola afgana possa riprendersi e riprendere il suo compito, e i bambini finalmente poter andare a scuola.

Se vuoi leggere l’intervista completa è qui.

(L’immagine sopra è tratta dal  film “Il cacciatore di aquiloni”.)

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Scrivi un commento

Ambiente e ecologia, Politica, Scuola

Storie di pace in Afganistan: Selen va ad aiutare i bambini afgani a sopravvivere alla guerra

Scritto il 21 settembre 2009 da lorenzo@mypage.it

Selene Biffi

Ci è sembrata molto bella la storia di Selene e vogliamo raccontarvela.

Innanzitutto chi è Selene? Selene è una ragazza italiana che è partita per l’Afghanistan con un progetto dell’ONU per aiutare i bambini che sono in difficoltà per la guerra (l’ONU è l’Organizzazione delle Nazioni Unite, una importante organizzazione internazionale con obiettivi di mantenimento della pace mondiale e sviluppo dei paesi poveri).

Selene è da sempre impegnata nel volontariato ed ha messo in piedi diversi progetti. Uno di questi è una associazione internazionale che si chiama Youth Action for Change che ha come obiettivo quello di far collaborare e comunicare i giovani.
Youth Action for Change infatti mette in contatto ragazzi delle diverse parti del mondo attraverso internet e fa corsi gratuiti su importanti argomenti come la salute pubblica, il rispetto dell’ambiente e l’aiuto per lo sviluppo alle popolazioni in difficoltà.

Ora Selene si è recata in Afghanistan per aiutare i bambini afghani. Come?

CONTINUA A LEGGERE

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

Scrivi un commento

News

Afghanistan: attentato a Kabul, morti 6 militari italiani

Scritto il 18 settembre 2009 da lorenzo@mypage.it

kabul militari morti

Ieri a Kabul in Afghanistan vicino all’aeroporto della città c’è stato un attacco suicida con un’autobomba. Sono morti 6 militati italiani e 20 civili afgani.

L’attacco si è avuto intorno a mezzogiorno. A bordo di una Toyota bianca, con all’interno 150 chili di esplosivo, un individuo suicida (un kamikaze) si è scagliato contro i mezzi (due blindati chiamati “Lince”) dei militari italiani.
L’esplosione ha aperto un cratere in mezzo alla strada e le fiamme hanno avvolto diversi automezzi che erano intorno. Vicino all’esplosione c’era un mercato affollato di persone che faceva la spesa.

I sei militari morti sono del 186esimo reggimento della Brigata Paracadutisti Folgore. Ci sono 4 altri militari italiani feriti ma non sono gravi – tra i civili afgani ci sono più di 60 feriti. L’attacco è stata rivendicato dai Talebani (sono un movimento politico e militare).

Si tratta di una vera e propria strage e c’è molto dolore per i familiari delle vittime.

Le salme dei sei parà caduti torneranno domenica. Lunedì ci saranno i funerali di stato e nelle scuole si terrà un minuto di silenzio per il “lutto nazionale”.

Sono 21 in totale i militari italiani caduti nella missione (iniziata nel 2004) in Afghanistan.
I politici iniziano a parlare della possibilità di un piano (si chiama exit strategy o transition strategy) per far ritirare l’esercito dall’Afghanistan.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Scrivi un commento

CERCA

SITI CONSIGLIATI

Se vuoi comunicare con Bambini-news.it scrivi a: blog@bambini-news.it | Seguici anche su Twitter: @bambini_news

Bambini-news.it è una iniziativa di www.mypage.it | Powered by WordPress | © 2012 intermediammh srl - P.I. 07468490631